Ho ricevuto un sorriso Ho visto questa foto e mi sono sciolta, mi sono scoppiati dentro al cuore tutti i nostri ricordi. Ho visto questa foto e mi ha illuminato tutta la giornata. E anche se tutto è cambiato lui è riuscito a regalarmi un sorriso a distanza di anni. E per stasera voglio illudermi, sperando che quel raggio di sole mi stia guardando e che finalmente abbia trovato un po’ di felicità. IMG_1334.jpg
Annunci

La mia isola felice

La luce che riusciva a filtrare dai rami rischiarava la strada viva, senza asfalto che si frapponeva tra me e il mio mondo. Mi fermo più volte a prendere fiato, a fissare il più possibile quel luogo magico nella mia mente questo luogo che dopo anni è riuscito a restituire alla mia anima un filo di pace e serenità. Questa foresta mi ha trasmesso un incredibile voglia di vivere, vivere davvero e lottare per continuare a farlo.

xpost

Quella foresta, una riserva naturale che a sole 20 miglia da NYC dava riparo a tantissimi animali e specie vegetali mi ha rapito.

E in questi momenti difficili la mia anima è in quel luogo, nella speranza di attenuare il mio dolore. . .

 

 

 

 

Le persone euforiche

Mi sono sempre piaciute le persone euforiche, quelle fuori di testa che la maggior parte della gente scambia per pazze ma che in realtà così tanto pazze non sono.
Mi piacciono le persone che dietro un sorriso, nascondono una tristezza e che però cercano di non farsi condizionare da questo; quelle che dietro una risata nascondono il dolore di un pugno appena ricevuto.
Loro sono persone che si sono aggrappate alla vita, adattate alle situazioni e che hanno saputo trovare le salvezze più strane, ma le hanno trovate e sono ancora qui, a dare un senso alla loro vita.
E, ahimè, conosco troppo bene i meccanismi e il funzionamento di me stessa per non accorgermi che, forse inconsciamente, mi piacciono queste persone perchè io sono un po’ così ma soprattutto lui era esattamente così.

In questi giorni riesco a scrivere solo di lui

E’ scappato con il suo sorriso in mano e le lacrime che scendevano. Non ha voluto dire nulla, forse non si è nemmeno preoccupato delle conseguenze.
E’ semplicemente rimasto intrappolato nei suoi stessi pensieri distorti. . .
In questi giorni mi è impossibile fingere che vada tutto bene, non riesco a sorridere, come potrei se da quando mi sveglio le mie solite lacrime solitarie sono accompagnate da un coagulo di dolore che si è incatenato al mio cuore?
Sono passate intere stagioni, anni su anni ed io sono diventata una giovane donna che cerca di destreggiarsi tra l’università e mille impegni quotidiani. Il mio mondo non è più come 10 anni fa, è completamente diverso e per certi versi completamente incompatibile, ma la cicatrice che mi ha lasciato lui non si è ancora rimarginata e quel dolore così intenso e profondo non è ancora passato. 
E anche se, infondo so che non potrà mai essere diluito un simile dolore, non riesco ancora a capacitarmi di come lui sia riuscito a tatuarmi quel dolore sul cuore.

Alex

Il suo silenzio era un grido disperato d’aiuto,
il suo sorriso era una semplice maschera
ed i suoi occhi celavano un dolore profondo che lo aveva intrappolato.
Nessuno se ne era mai accorto.
Nessuno forse lo aveva mai ascoltato attentamente.

Oggi sarebbero 23. . .
Che dire, buon compleanno a quello che resta di te, alla tua anima che nonostante il tempo continua a vivere nei miei ricordi stampati nella mia mente.
Sei e sempre sarai nei miei pensieri.

Auguri mezza calzetta ❤

8 Ottobre 2017

Ricordo

 

Guarda il tempo e ride,
esce sbattendo la porta ma rientra dalla finestra,
finge di morire e resta. . .
E’ solo l’ombra di quello che fu,
un ricordo.